Rimani in contatto con me.

Iscriviti.

Quanto sono efficaci i processi di coaching?

Momenti di Coaching

Diversi segnali mi hanno fatto capire lungo questi anni in cui pratico il coaching, che sia un’attività professionale molto efficace. La certezza di quest’affermazione si basa sia nell’osservazione diretta dei risultati raggiunti delle persone che sono stati miei coachee sia nei loro feedback, dopo le sessioni o alla conclusione del loro percorsi. La domanda però sull’efficacia del coaching è sempre presente e rappresenta un farò che mi permette di correggere la rotta e continuare la navigazione verso l’obiettivo che abbiamo stabilito insieme: coach e coachee.

Ed è così che questa domanda mi ha portato ad accettare l’invito di SCP Italy (Society for Coaching Psychology Italy), da cui sono socio ordinario da tempo, a partecipare come coach, insieme a una parte dei miei coachee (che ringrazio ancora per la loro attiva partecipazione) ad una ricerca internazionale che voleva misurare quanto effettivamente il coaching aiuti ai clienti (coachee) a raggiungere i loro obiettivi.

Ho potuto esperimentare in prima persona il modello scientifico-pratico della professione di Coaching Psychologyst che SCP Italy propone ai propri soci, coniugando la pratica professionale con un atteggiamento di ricerca e di approfondimento evidence-based. Il mio obiettivo oltre al crescere professionalmente era anche di contribuire allo sviluppo della Coaching Psychology e della più ampia comunità italiana che si occupa di Coaching.

Ho scoperto, partecipando alla ricerca,  che in realtà ci sono pochi studi quantitativi robusti sui risultati del coaching, per cui ancora più interessante partecipare a quello che viene considerato il più grande studio quantitativo realizzato fino a oggi sui risultati del coaching. Finora la comprensione dei risultati complessivi del coaching  si basa in gran parte su supposizioni piuttosto che su reali evidenze scientifiche. Per cui, lo studio rappresenta un importante passo avanti nelle ricerche su questo tema e aiuterà tutti i coach a sviluppare processi di coaching più efficaci che saranno reciprocamente più vantaggiosi sia per il coach sia per il cliente.

Dei 34 paesi che hanno partecipato alla ricerca, l’Italia è stato il quarto paese per numero di clienti coinvolti e il sesto paese, per numero di coach coinvolti nello studio. I primi dati analizzati sembrano indicare che il livello di autoefficacia percepito dal cliente è un buon “predittore” del risultato del coaching. Questo risultato è significativo sia per il cliente che per il coach e offre indicazioni sull’importanza di lavorare nel processo di coaching sul mantenimento o sul rinforzo dell’autoefficacia del cliente.   

L’altro risultato importante è che la relazione di coaching è il più forte predittore del risultato del coaching. Nel misurare la relazione sono stati considerati gli aspetti del compito, dell’obiettivo e del legame nell’alleanza di lavoro per individuare ‘l’ingrediente’ più attivo della relazione di coaching. I risultati evidenziano che pur essendo tutte e tre le dimensioni importanti nel determinare il  risultato di coaching, “compito” e “obiettivo” della relazione di coaching sembrano mostrare una maggior forza predittiva rispetto al fattore “legame”. In altre parole, il modo migliore per sviluppare una forte relazione con il cliente è quello di lavorare raggiungendo un accordo su compiti e obiettivi.

Questi risultati aprono una prospettiva importante per la pratica del coaching, per i clienti e per le organizzazioni che utilizzano il coaching. Emerge con forza che costruire un rapporto con il cliente focalizzato sul compito, con obiettivi chiari e raggiungibili porta a risultati di successo più che concentrarsi solo sullo sviluppo del legame.

Potete approfondire alcuni dei risultati preliminari della ricerca, accedendo al link dell’articolo pubblicato su “Persone e Organizzazione” nel numero di novembre 2013, scritto da Erik de Haan, Responsabile ricerca Ashridge Centre for Coaching, Ashridge Business School, U.K e Silvana Dini, Presidente e Co-fondatore SCP Italy, Articolo Efficacia del Coaching o consultando il sito di SCP Italy, in cui sono state pubblicati http://www.scpitaly.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *